SCOPRI QUI SOTTO TUTTE le ATTIVITA' di KARATE UDINE

  • CORSI BAMBINI +

    CLICCA SU READ MORE PER TUTTE LE INFO SUI CORSI BAMBINI dai 3 anni e mezzo ai 12 anni Read More
  • CORSI ADULTI e RAGAZZI +

    CLICCA SU READ MORE PER TUTTE LE INFO SUI CORSI PER ADULTI e RAGAZZI dai 13 anni Read More
  • IL MAESTRO +

    CLICCA SU READ MORE PER CONOSCERE sensei ANDREA BUTTAZZONI 7°DAN Read More
  • LA NOSTRA SCUOLA +

    CLICCA SU READ MORE PER SCOPRIRE TUTTE LE INFO SULLA NOSTRA SCUOLA Read More
  • UN REGALO PER TE +

    CLICCA SU READ MORE PER 2 LEZIONI PROVA GRATIS PER TE Read More
  • TAIRA SENSEI SEMINAR 2019 +

    CLICK on READ MORE for all Info on TAIRA SEMINAR 2019 Read More
  • 1

Storia del Goju ryu di Okinawa


Le origini del Goju-ryu provengono dagli stili di Kempo del Suddalla Provincia cinese  di Fujian. Il suo sviluppo ha inizio dai tempi del Tode di Naha (Kempo delle 36 famiglie di Kume - anno 1393 d.c.-) confluendo poi nel NahaTe del Maestro KANRYO HIGAHONNA e infine cristallizzandosi  per opera del Maestro CHOJUN MIYAGI nel sistema che conosciamo oggi. Ufficialmente il nome Goju-ryu fù registrato nel 1931, e fu il primo stile di karate ad essere riconosciuto dall’Ente per la salvaguardia delle Arti Marziali giapponesi.  MIYAGI chiamò la sua arte Goju, (trad. Duro/Morbido inteso come opposti che si integrano) ispirandosi ai  concetti espressi in un brano del BUBISHI, un libro cinese considerato la “bibbia” del karate dai maestri di Okinawa. La traduzione del brano è la seguente:
Le otto fasi fandamentali per l'arte del combattimento a mano nuda:

La mente è tutto uno con il cielo e la terra
Il ritmo circolare del corpo è simile ai cicli del sole e della luna
La respirazione, inspirare morbido e espirare duro
Le azioni devono accordarsi con il tempo e i mutamenti
Le tecniche vanno eseguite in assenza di pensiero cosciente
I piedi devono avanzare a retrocedere, separarsi e unirsi
Gli occhi non devono perdere il minimo cambiamento
Le orecchie devono sentire in tutte le direzioni

EIICHI MIYAZATO, successore di MIYAGI ha scritto le seguenti regole,
che sono alla base della filosofia del Goju ryu di Okinawa:
Jundokan Dojo Kun - Le regole del Dojo di Eiichi MIYAZATO:

Essere consapevoli della propria cortesia con umiltà
Praticare tenendo conto della propria condizione fisica.
Praticare sinceramente e con creatività.
Essere calmi nella mente e veloci nell' azione.
Prendere cura della propria salute.
Vivere una vita semplice.
Non essere troppo orgogliosi o troppo modesti.
Continuare a praticare con pazienza e umiltà.

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU' SULLA CRONOLOGIA DEL GOJU RYU



LA TAVOLA ORIGINALE DEL JUNDOKAN DOJO KUN
CLICCA QUI PER APPROFONDIMENTO

 

CONDIVIDI